Otoplastica

Correzione orecchie a sventola

L’intervento di otoplastica permette di correggere la conformazione prominente degli orecchi, ricreando le pieghe mancanti e riaccostando l’orecchio ai lati della testa.

E’ fondamentale ricreare le pieghe in maniera naturale e regolare, senza angolature e discontinuità; è anche importante considerare che di norma il padiglione auricolare non aderisce posteriormente alla testa e che pertanto bisogna evitare l’ipercorrezione del difetto. Tale procedura chirurgica permette di correggere una malformazione che può comportare notevole stress psicologico per il paziente, riducendo la protrusione dell’orecchio; non permette però di modificarne le dimensioni. Bisogna essere consapevoli del fatto che gli orecchi non sono mai esattamente uguali, neanche in situazioni di assoluta normalità.  Quindi la perfetta simmetria rappresenta un’aspettativa non realistica.

I punti di sutura applicati sono riassorbibili.

La cicatrice esito dell’intervento decorre sulla superficie posteriore del padiglione auricolare ed è pertanto ben nascosta.

Generalmente nell’adulto l’otoplastica viene effettuata in anestesia locale con sedazione (si addormenta solamente l’area anatomica da trattare e contemporaneamente si somministra un sedativo) e la dimissione avviene dopo alcune ore. Nel bambino si effettua in anestesia generale.

La somministrazione oculata di farmaci antidolorifici inizia prima dell’intervento e viene gradualmente ridotta nel periodo postoperatorio, al fine di evitare qualsiasi dolore o fastidio.